FOGLI INFORMATIVI

(ai sensi degli artt. 115 e seguenti D.L.vo n. 385/1993 e delle Disposizioni in materia di Trasparenza della Banca d'Italia)


CONTONLINE - OMNIBUS (2001OLP)

Ritorno all'Indice generale


INFORMAZIONI SULLA BANCA
 
Banca  di  Piacenza  soc.coop.  per azioni
Via  Mazzini   20  -   29121  -   Piacenza
Tel.   0523  542111   -   Fax  0523 322870
e-mail: info@bancadipiacenza.it 
sito   internet:    www.bancadipiacenza.it
Iscritta al n. 4389 dell’Albo delle Banche 
e  al  n.  A160793  dell’Albo  Cooperative

Conto   riservato a  soggetti   residenti   in  Italia, aventi  la
qualifica di "consumatori" e  distribuito tramite il sito internet
"contonlinebancadipiacenza" della Banca quale tecnica, elettronica,
di   comunicazione  a distanza.
Anche  l'operatività   avviene  online  mediante  l'utilizzo  del
servizio di internet banking.
Il conto:
- può operare solo su basi attive
- non prevede il rilascio di carnet assegni
- non prevede  il  rilascio  della  carta  di credito e l'accesso
  a forme di finanziamento
- non ammette prelevamenti/versamenti  o  altre  operazioni  allo
  sportello
- permette la domiciliazione di alcuni tipi di utenze
- consente  operazioni di prelevamento e/o versamento di  contante
  e assegni tramite ATM
- prevede  la  necessità   di  un  versamento  iniziale  - tramite
  bonifico - di EURO 100,00
 
Questo  conto  è  particolarmente  adatto  per  le seguenti tipologie 
di clientela:
- GIOVANI
- FAMIGLIE CON OPERATIVITA' BASSA
- FAMIGLIE CON OPERATIVITA' MEDIA
- FAMIGLIE CON OPERATIVITA' ELEVATA
- PENSIONATI CON OPERATIVITA'BASSA
- PENSIONATI CON OPERATIVITA'MEDIA

CHE COS'E' IL CONTO CORRENTE
 
Il conto corrente è un contratto con  il quale la Banca svolge  un
servizio di cassa per il cliente: custodisce  i  suoi  risparmi  e
gestisce il denaro con una serie di servizi (versamento e prelievo
di contante e pagamenti nei limiti del saldo disponibile).
Al  conto  corrente sono di solito collegati  altri  servizi quali
carta    di  debito,   carta   di   credito,   assegni,  bonifici,
addebiti diretti, fido.
Il conto corrente è un prodotto sicuro. Il rischio principale è il
rischio di controparte, cioè l’eventualità che la Banca non sia in
grado  di  rimborsare  al  correntista,  in  tutto  o in parte, il
saldo disponibile. Per questa ragione la Banca aderisce al sistema 
di garanzia “Fondo Interbancario  di  Tutela  dei  Depositi”,  che
assicura  a  ciascun correntista una  copertura  fino a 100.000,00
euro. A partire  dal  1°  gennaio  2016,  con l'applicazione delle
nuove  regole  europee sulla gestione delle  crisi bancarie  (c.d.
direttiva BRRD),  i depositi  bancari,  per la quota  non protetta 
dal Fondo Interbancario  di Tutela  dei  Depositi,  possono essere
soggetti al c.d. Bail-in.  Per maggiori  informazioni sulla  nuova
disciplina  è   possibile   consultare  il documento  della  Banca
d’Italia “Che cosa cambia nella  gestione  delle  crisi  bancarie”
disponibile  sul  sito   www.bancaditalia.it.,   nonchè  sul  sito
della  Banca  di   Piacenza,   www.bancadipiacenza.it,   e   sulle
postazioni  interne  di  trasparenza  presso  le  Dipendenze della
Banca.
Altri rischi possono essere legati allo smarrimento o al furto  di
assegni,  carte di debito, carta di credito, dati identificativi e 
parole chiave  per  l’accesso  al conto su internet, ma sono anche 
ridotti al minimo se il correntista  osserva  le  comuni regole di
prudenza e attenzione.
Per  i  consumatori   che effettuano    poche operazioni  potrebbe
essere indicato il conto di base; chieda o si  procuri il relativo
foglio informativo. 
Per saperne di più:
La Guida pratica al conto corrente, che orienta nella   scelta  del 
conto, è  disponibile  sul  sito  www.bancaditalia.it  e sul   sito
www.bancadipiacenza.it.

PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE

Le   voci  di  spesa  riportate   nel   prospetto  che  segue sono
comprensive di  eventuali   penali,   oneri  fiscali  e  spese  di
scritturazione    contabile   e    rappresentano,     con    buona 
approssimazione, la gran parte dei  costi complessivi sostenuti da
un consumatore medio titolare di un conto corrente.
Questo  vuol  dire che il prospetto    non include  tutte  le voci
di costo. Alcune delle voci escluse  potrebbero  essere  importanti
 
in relazione,   sia  al  singolo  conto,  sia  all'operatività del
singolo cliente.
Prima  di  scegliere  e  firmare il contratto  è quindi necessario
leggere  attentamente   anche   la    sezione    "Altre condizioni
economiche" e consultare i fogli informativi dei servizi accessori 
al conto,  messi a disposizione dalla Banca.
 
E' sempre   consigliabile  verificare  periodicamente se il  conto 
corrente  acquistato è ancora il più adatto alle proprie esigenze.
Per  questo è utile esaminare  con attenzione l'elenco delle spese 
sostenute   nell'anno,     riportato   nell'estratto   conto o nel
riepilogo  delle   spese, e  confrontarlo con i costi  orientativi
per i  clienti  tipo indicati  dalla Banca  nello  stesso estratto
conto o riepilogo delle spese.

PROSPETTO DELLE PRINCIPALI CONDIZIONI
Spese per l'apertura del conto
     EURO      0,00     
SPESE FISSE Tenuta del conto Canone annuo per tenuta del conto
     EURO      34,20     
- di cui onere fiscale per le persone fisiche. L'imposta di bollo non è dovuta se la giacenza media annua è negativa o complessivamente non superiore a EURO 5.000
     EURO      34,20     
Numero operazioni incluse nel canone annuo (monte operazioni esenti da dividersi in parti uguali fra i trimestri)
     ILLIMITATE     
Gestione liquidità Spese annue per conteggio interessi e competenze
     EURO      0,00     
Servizi di pagamento Rilascio di una carta di debito internazionale (Bancomat/PagoBancomat - Cirrus/Maestro)
     EURO      0,00     
Rilascio di una carta di credito (EURO 30,99 canone, EURO 12 rinnovo più EURO 13,80 costo annuale invio estratto conto Nexi CLASSIC MONOFUNZIONE - "La nostra carta", per la quale si rimanda al foglio informativo della società prodotto)
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
Rilascio moduli assegni (carnet da n. 10 assegni in forma libera - compresa l'imposta di bollo di EURO 1,50 per ogni assegno)
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
Rilascio moduli assegni (carnet da n. 10 assegni in forma non trasferibile)
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
Home banking Canone annuo per internet banking (prodotto PcBank Family informativo)e phone banking
     EURO      0,00     
SPESE VARIABILI Gestione liquidità Invio estratto conto - per ogni singolo invio - (le spese di recupero costi di corrispondenza sono addebitate trimestralmente in un unico movimento con causale "spese"):
                    
- cartaceo
     EURO      1,60     
- elettronico (tramite servizio di gestione documentale)
     EURO      0,00     
Documentazione relativa a singole operazioni - consegna della contabile dell'operazione (per il costo della documentazione richiesta successivamente si rinvia al foglio informativo E022 "Spese e commissioni per servizi vari e operazioni per cassa")
     EURO      0,00     
Servizi di pagamento Prelievo di contante allo sportello automatico presso nostri ATM in Italia circuito Bancomat (circuito CIRRUS/Maestro EURO 1,10)
     EURO      0,00     
Prelievo di contante allo sportello automatico presso altri ATM in Italia Circuito Bancomat (Spese prelievo sportello automatico presso altri ATM in Italia/Paesi SEPA circuito CIRRUS/Maestro EURO 1,10 (Per i prelievi su ATM di banche ubicate in Paesi dell'area extra SEPA per operazione: EURO 1,60))
     EURO      0,00     
Bonifico - SEPA (con addebito in conto corrente)
                    
a) a favore clienti nostro Istituto:
                    
- disposto allo sportello
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
- disposto tramite internet banking (utilizzo servizio di pagamento "MyBank" EURO 0,25)
     EURO      0,25     
- ordine permanente di bonifico
     EURO      0,25     
b) a favore clienti altro istituto:
                    
- disposto allo sportello
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
- disposto tramite internet banking (utilizzo servizio di pagamento "MyBank" EURO 0,75)
     EURO      0,75     
- ordine permanente di bonifico
     EURO      0,75     
Bonifico - extra SEPA - cambio applicato CAMBIO VALUTARIO - commissioni di servizio 1,50 per mille con un minimo di EURO 3,00 ed un massimo di EURO 300,00
     EURO      15,00     
Addebito diretto
     EURO      0,00     
Ricarica carta prepagata
     EURO      2,50     
INTERESSI SOMME DEPOSITATE Interessi creditori Tasso creditore annuo nominale
               0,001%     
FIDI E SCONFINAMENTI Fidi Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
Commissione onnicomprensiva
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
Commissione di istruttoria veloce per gli utilizzi extra-fido - con un massimo di € 150 a trimestre - calcolata per ogni operazione che ha causato sconfinamento di importo superiore a € 100. La commissione non è dovuta, limitatamente ai rapporti con i consumatori, quando ricorrono cumulativamente le seguenti condizioni: per gli utilizzi extrafido l'ammontare complessivo - anche se derivante da più addebiti- è inferiore o pari a € 500 e lo sconfinamento non abbia durata superiore a sette giorni consecutivi, tenendo conto che il consumatore può beneficiare di tale esclusione per un massimo di una volta per trimestre. Per ulteriori dettagli si rinvia all'apposita Procedura pubblicata sul sito e sulle postazioni di trasparenza presso le Dipendenze della Banca
     SERVIZIO NON DISPONIBILE     
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate in assenza di fido
               12,000%     
Commissione di istruttoria veloce per gli utilizzi in assenza di fido - con un massimo di € 150 a trimestre - calcolata per ogni operazione che ha causato sconfinamento di importo superiore a € 100. La commissione non è dovuta, limitatamente ai rapporti con i consumatori, quando ricorrono cumulativamente le seguenti condizioni: per gli sconfinamenti in assenza di fido, il saldo passivo complessivo - anche se derivante da più addebiti - è inferiore o pari a € 500 e lo sconfinamento non abbia durata superiore a sette giorni consecutivi, tenendo conto che il consumatore può beneficiare di tale esclusione per un massimo di una volta per trimestre. Per ulteriori dettagli si rinvia all'apposita Procedura pubblicata sul sito e sulle postazioni di trasparenza presso le Dipendenze della Banca
     EURO      20,00     
DISPONIBILITA' SOMME VERSATE Contante: STESSO GIORNO
                    
Assegni circolari stessa banca: 1 GIORNO LAVORATIVO
                    
Assegni bancari nostro Istituto tratti sullo stesso sportello presso il quale viene effettuato il versamento: 1 GIORNO LAVORATIVO
                    
Assegni bancari nostro Istituto tratti su uno sportello diverso da quello dove viene effettuato il versamento: 3 GIORNI LAVORATIVI
                    
Assegni circolari altri istituti/vaglia Banca d'Italia: 4 GIORNI LAVORATIVI
                    
Assegni bancari altri istituti: 4 GIORNI LAVORATIVI
                    
Vaglia e assegni postali: 4 GIORNI LAVORATIVI
                    

Il  tasso  Effettivo  Globale  Medio  (TEGM), previsto dall’art. 2 
della legge sull’usura (l. n. 108/1996),  relativo alle operazioni 
di  apertura  di  credito in conto corrente, può essere consultato 
in filiale e sul sito internet della Banca (www.bancadipiacenza.it
nella  sezione  trasparenza,  prospetto  dei  tassi  di  interesse
effettivi globali medi ai fini della legge sull'usura)

QUANTO PUO' COSTARE IL FIDO
SERVIZIO NON DISPONIBILE

ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE

OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA'

Tenuta del conto - spese diverse dal canone annuo (le spese di tenuta 
conto sono calcolate ed addebitate trimestralmente in un unico movimento 
con causale "competenze")

Spese fisse fine anno                                                  EURO      0,00

Documento di sintesi 
Se  le condizioni  economiche in  vigore non sono variate rispetto 
alla  comunicazione  precedente,  l'invio del documento di sintesi 
può  essere omesso  in considerazione  della  possibilità  per  il 
cliente  di  ottenere  gratuitamente  -  in qualsiasi  momento del 
rapporto  -  copia del  documento  di sintesi  con  le  condizioni 
economiche in vigore.
 
Non  viene  applicata  nessuna  spesa   per  la  produzione  e  la 
spedizione  di  documenti  di sintesi inviati alla clientela quali 
proposte unilaterali di variazioni condizioni ai  sensi  dell'art.
118 T.U.B..
 
Spese produzione e invio  documenti di sintesi periodici  riferiti 
ai  servizi  regolati  in conto corrente,  ai  rapporti  di  mutuo 
ipotecario e chirografario ed ai depositi a risparmio:

- cartaceo                                                             EURO      0,90

- elettronico (tramite il servizio di gestione documentale)            EURO      0,00

Remunerazione delle giacenze

Ritenuta fiscale sugli interessi creditori                                       26,000%
(se ed in quanto dovuta, verrà recuperata nella misura tempo per tempo 
prevista dalla legge)

Causali che generano scrittura contabile cui corrisponde un onere 
economico:Nessuna

Altro

Conteggio interessi creditori e debitori: 
Identica periodicità annuale.
 
Periodicità di liquidazione interessi debitori: 
Conteggio  annuale  al  31/12  -  esigibilità   all'1/3  dell'anno
successivo   (in  caso  di  chiusura   definitiva   del  rapporto,
esigibilità immediata).
 
Periodicità di liquidazione interessi creditori: 
Conteggio e liquidazione annuale al 31/12.
 
Periodicità di liquidazione spese e commissioni: 
Conteggio  e  liquidazione  trimestrale  (al  31/3 - 30/6 - 30/9 - 
31/12).

Trasferibilità del conto di pagamento e dei servizi di pagamento collegati
 
Il  servizio  consente la trasferibilità del conto di pagamento e 
dei servizi di pagamento collegati, nonchè  il trasferimento  del 
saldo  del  conto, con o  senza  chiusura   dello  stesso,  dalla 
Banca trasferente  alla Banca ricevente - entro il termine  di 12
giorni lavorativi - senza spese per il consumatore richiedente.
Per  maggiori  informazioni  si rinvia alla guida "La portabilità 
per  i  conti  dei  consumatori"  di Banca d'Italia,  disponibile 
sulle postazioni di trasparenza presso tutti i nostri sportelli.

Legge applicabile e foro competente 
I rapporti con la clientela sono regolati dalla legge italiana.
Per  ogni  controversia  che dovesse insorgere tra il Cliente e la
Banca è competente il Foro di residenza o domicilio del Cliente se
questi  riveste  la  qualifica di consumatore. Se il Cliente non è
consumatore, sarà competente in via esclusiva il Foro di Piacenza.

Il Fascicolo  riepilogativo  dei  servizi  accessori  al conto è a
disposizione dei  Clienti  nella  sezione  "Trasparenza" del  sito
internet della Banca

RECESSO E RECLAMI

Recesso dal contratto                                      
Si può recedere dal contratto in qualsiasi momento, senza penalità
e senza spese di chiusura del conto.
La comunicazione  scritta  di  recesso deve essere fatta pervenire
a mezzo  lettera  raccomandata  con avviso di  ricevimento  presso
la   sede  legale  della  Banca, via Mazzini 20  29121 Piacenza  o
all'indirizzo PEC bancadipiacenza@bancadipiacenza.legalmail.it

Tempi massimi di chiusura del rapporto contrattuale 
Giorni n° 12 lavorativi.

Tempi previsti dalla legge per il trasferimento del conto di pagamento
 
Giorni n° 12 lavorativi.

Reclami 
I reclami vanno inviati alla Banca al seguente indirizzo:
Banca di Piacenza
Ufficio Reclami
Via Mazzini 20
29121 Piacenza,
mail: segreteria.generale@bancadipiacenza.it
PEC: bancadipiacenza@bancadipiacenza.legalmail.it
che deve rispondere entro 60 giorni dal ricevimento.
Se il Cliente non è soddisfatto della risposta o se non  ha  avuto
risposta  entro  i  60  giorni,  prima di ricorrere al giudice può 
rivolgersi a:
- Arbitro Bancario Finanziario (ABF). 
  Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito
  www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere   presso  tutte   le
  Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere alla Banca
- Conciliatore   BancarioFinanziario   -   Associazione   per   la 
  soluzione    delle   controversie    bancarie,   finanziarie   e 
  societarie – ADR (il Regolamento del Conciliatore è consultabile 
  sul  sito  www.conciliatorebancario.it)  o  a   qualsiasi  altro 
  organismo  iscritto  nell'apposito registro tenuto dal Ministero 
  della  Giustizia  e  specializzato   in   materia   bancaria   e 
  finanziaria  (sul  sito  www.giustizia.it è disponibile l'elenco 
  degli organismi di mediazione iscritti nel predetto registro).

GLOSSARIO
 
Addebito diretto Con l'addebito diretto il cliente autorizza un terzo (beneficiario) a richiedere alla Banca il trasferimento di una somma di denaro dal conto del cliente a quello del beneficiario. Il trasferimento viene eseguito dalla Banca alla data o alle date convenute dal cliente e dal beneficiario. L'importo trasferito può variare.
Bonifico - SEPA Con il bonifico la Banca trasferisce una somma di denaro dal conto del cliente a un altro conto, secondo le istruzioni del cliente, verso paesi SEPA.
Bonifico - extra SEPA Con il bonifico la Banca trasferisce una somma di denaro dal conto del cliente a un altro conto, secondo le istruzioni del cliente, verso paesi non-SEPA.
Canone annuo Spese fisse per la gestione del conto.
Commissione di istruttoria veloce Commissione per svolgere l’istruttoria veloce, quando il cliente esegue operazioni che determinano uno sconfinamento o accrescono l’ammontare di uno sconfinamento esistente.
Commissione onnicomprensiva Commissione calcolata in maniera proporzionale rispetto alla somma messa a dispozione del cliente e alla durata del fido. Il suo ammontare non può eccedere lo 0,5%, per trimestre, della somma messa a disposizione del cliente.
Disponibilità somme versate Numero di giorni successivi alla data dell’operazione dopo i quali il cliente può utilizzare le somme versate.
Documentazione relativa a singole operazioni Consegna di documenti relativi a singole operazioni poste in essere dal cliente.
Fido Contratto in base al quale la Banca si impegna a mettere a disposizione del cliente una somma di denaro oltre il saldo disponibile sul conto. Il contratto stabilisce l'importo massimo della somma messa a disposizione e l'eventuale addebito al cliente di una commissione e degli interessi.
Ordine permanente di bonifico Trasferimento periodico di una determinata somma di denaro dal conto del cliente a un altro conto, eseguito dalla Banca secondo le istruzioni del cliente.
Prelievo di contante Operazione con la quale il cliente ritira contante dal proprio conto.
Ricarica carta prepagata Accreditamento di somme su una carta prepagata.
Rilascio di una carta di credito Rilascio, da parte della Banca, di una carta di pagamento collegata al conto del cliente. L'importo complessivo delle operazioni effettuate tramite la carta durante un intervallo di tempo concordato è addebitato per intero o in parte sul conto del cliente a una data convenuta. Se il cliente deve pagare interessi sulle somme utilizzate, gli interessi sono disciplinati dal contratto di credito tra la Banca e il cliente.
Rilascio di una carta di debito Rilascio, da parte della Banca, di una carta di pagamento collegata al conto del cliente. L'importo di ogni operazione effettuata tramite la carta viene addebitato direttamente e per intero sul conto del cliente.
Rilascio moduli di assegni Rilascio di un carnet di assegni.
Saldo disponibile Somma disponibile sul conto, che il correntista può utilizzare.
Sconfinamento Somme di denaro utilizzate dal cliente, o comunque addebitategli, in eccedenza rispetto al fido ("utilizzo extra-fido"); somme di denaro utilizzate dal cliente, o comunque addebitategli, in mancanza di un fido, in eccedenza rispetto al saldo del cliente ("sconfinamento in assenza di fido").
Spesa per singola operazione non compresa nel canone Spesa per la registrazione contabile di ogni operazione oltre quelle eventualmente comprese nel canone annuo.
Spese annue per conteggio interessi e competenze Spese per il conteggio periodico degli interessi, creditori e debitori, e per il calcolo delle competenze.
Invio estratto conto Invio dell'estratto conto nei casi in cui è obbligatorio per legge o per richiesta del cliente.
Tasso creditore annuo nominale Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle somme depositate (interessi creditori), che sono poi accreditati sul conto, al netto delle ritenute fiscali.
Tasso debitore annuo nominale Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a carico del cliente sulle somme utilizzate in relazione al fido e/o allo sconfinamento. Gli interessi sono poi addebitati sul conto.
Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM) Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’economia e delle finanze come previsto dalla legge sull’usura. Per verificare se un tasso di interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra tutti quelli pubblicati, il tasso soglia dell’operazione e accertare che quanto richiesto dalla Banca non sia superiore.
Tenuta del conto La Banca gestisce il conto rendendone possibile l'uso da parte del cliente.
Valute sul prelievo di contante Numero di giorni che intercorrono tra la data del ritiro del contante dal proprio conto da parte del cliente e la data dalla quale iniziano ad essere addebitati gli interessi. Quest'ultima potrebbe anche essere precedente alla data del prelievo.
Valute sul versamento di contante Numero dei giorni che intercorrono tra la data del versamento del contante nel proprio conto da parte del cliente e la data dalla quale iniziano ad essere accreditati gli interessi.

01/03/2021 - (Fine prodotto) - Pag. 126 -

INDICE GENERALE